Settembre 2016: la banda partecipa al “VI FESTIVAL BANDISTICO INTERNAZIONALE” a Puławy (Polonia)

Dopo una trepidante attesa, dalla strepitosa partecipazione al XXIII Festival del turismo di  Shanghai 2012, si riparte ancora per una nuova tournée. Così giovedì 8 settembre 2016, alle ore 19.57 in punto, il Premiato Corpo Bandistico città di Monte Urano, con 45 persone (fra cui la piccola Giulia di appena 14 mesi), si mette in viaggio alla volta di Puławy (Polonia) per partecipare al VI Festival Bandistico Internazionale organizzato da questa ridente cittadina, vicina al fiume Vistola, nelle vicinanze della città di Lublino.

Il tragitto in pullman è stato decisamente lungo (quasi 24 ore) ma tutto sommato piacevole per il clima festoso che si può respirare ogni qualvolta la banda intraprende un viaggio di questo genere.

Arrivati sul posto, abbiamo cenato e disposto il pernottamento mentre tutti i responsabili (due per ogni banda) discutevano con gli organizzatori per definire ogni dettaglio delle varie esibizioni dei 15 gruppi che hanno aderito: 12 provenienti da altrettante località polacche, 2 dalla vicina Ucraina e la nostra formazione. In verità all’inizio doveva partecipare anche una banda proveniente dalla Svezia, ma, per motivi che non ci sono stati comunicati, all’ultimo momento non è più venuta.

Il Festival, ormai rodato, è articolato nel seguente modo: i gruppi ospiti si esibiscono contemporaneamente in 5 località (Puławy, Kazimierz Dolny, Janowiec, Baranów e Nałęczów) che si trovano in un raggio di 20/30 chilometri, seguendo un programma molto ben organizzato. Il tutto ha inizio il venerdì pomeriggio (dopo la cerimonia di apertura) fino alla domenica in tarda mattinata. La domenica pomeriggio invece si ritrovano tutti insieme allo stadio di Puławy, dove inizia l’esibizione (con o senza majorettes) di ciascun gruppo, fino alla cerimonia di chiusura.

Il programma relativo alla nostra formazione prevedeva, come primo impegno, di suonare il sabato mattina a Kazimierz Dolny durante un sollazzante viaggio di piacere sulla Vistola a bordo di un battello. Così è stato. Infatti dopo la colazione, vestiti di tutto punto, ci siamo diretti in pullman verso questa affascinante e storica cittadina affacciata sul fiume che bagna le più importanti città della Polonia. Saliti in battello abbiamo iniziato la nostra esibizione confortati dagli applausi dei passeggeri che, pur se non numerosissimi, sembravano gradire le nostre proposte musicali. Finita l’esibizione abbiamo visitato brevemente la parte vecchia di questo borgo apprezzando soprattutto l’organo più antico della Polonia situato proprio all’interno della Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista e San Bartolomeo. Pare sia stato costruito nel lontano 1620!

Nel pomeriggio di sabato appuntamento davanti al bellissimo ed elegante palazzo Czartoryski dove ben 6 formazioni, dopo aver suonato tutte insieme il brano Happy Marching, si sono messe in fila per una sfilata lungo le vie della città, fino a Piazza Chopin. Qui un folto e rispettoso pubblico, in piedi e seduto davanti al palco, ha atteso e applaudito le varie esibizioni concertistiche di tutti i gruppi che si sono alternati sulla scena. Particolarmente calorosi sono stati gli applausi riservati al nostro complesso bandistico.

Rientrati all’alloggio, il gruppo ha consumato la cena per poi concedersi una serata libera mentre alcuni delegati di ciascuna banda hanno partecipato alla cena ufficiale che si è svolta con tutte le autorità presenti.

Domenica mattina, dopo la colazione, di nuovo pronti alla volta di Janowiec, dove, dopo una breve sfilata, abbiamo suonato per circa mezz’ora al centro dello stadio cittadino sotto un sole cocente che faceva seriamente dubitare di trovarsi a quella latitudine! Nel pomeriggio di nuovo tutti pronti allo stadio dove si consumava l’ultimo atto del festival. Alle 14.30, infatti, tutte le bande schierate hanno fatto il loro ingresso sfilando ordinatamente verso il palco centrale per prendere il posto già assegnato. Una volta riunite, tutte hanno suonato il brano d’insieme, intitolato Orkiestry Dęte, per poi iniziare l’esibizione individuale, secondo l’ordine stabilito dal programma, di fronte a un pubblico numeroso e competente. Il nostro turno è iniziato alle 17 in punto. Dopo una breve presentazione abbiamo attaccato con il vertiginoso Galop tratto dal brano Mosca-Cheryomushki di Shostakovich e di seguito un medley del trombettista americano Herb Alpert e la sua Tijuana brass dal tipico sapore Mariachi che ha scaldato il pubblico. Con il terzo brano invece siamo riusciti a commuoverlo: infatti abbiamo suonato il celeberrimo Nessun dorma dalla Turandot di Puccini. Per finire, abbiamo proposto un medley con le straordinarie e suggestive melodie del maestro Morricone che ha scatenato un’autentica ovazione dei presenti con richiesta di bis, scandita dal battito ritmato delle mani, ma che, nostro malgrado, non abbiamo potuto accontentare per via delle molte altre bande che si dovevano ancora esibire. Non sarebbe stato giusto togliere spazio agli altri!

Molti i complimenti ricevuti, sia dal Comitato organizzatore, sia dai Direttori delle altre formazioni bandistiche e questo mi ha fatto davvero molto piacere.

Stanchi, accaldati, ma molto appagati, siamo tornati verso il nostro alloggio per darci una breve rinfrescata e prepararci al viaggio di ritorno che è stato altrettanto lungo ma sempre molto divertente per via delle continue battute o gag improvvisate, visto il clima festoso che si era già creato in questi pochi giorni.

Ma non è finita: infatti giunti a Monte Urano, il pullman ci ha condotti direttamente in via Carlo Alberto dalla Chiesa dove nei giorni precedenti, quando noi eravamo in Polonia, si era svolta una manifestazione popolare organizzata dalla locale Proloco. Qui un folto gruppo di cittadini, con a capo la nostra Sindaca Dott.ssa Moira Canigola, ci attendeva sotto gli stand per offrirci una lauta cena di bentornati. Non è mancata nemmeno una scarica di fuochi d’artificio predisposti proprio per noi!

In conclusione posso dire che, a mio giudizio, è stato un viaggio breve ma intenso. Siamo stati accolti in modo molto caloroso. Abbiamo avuto il piacere di confrontarci e di conoscere ben altre 14 formazioni bandistiche. Anche la formula del festival senza concorso sembra molto azzeccata perché allevia la tensione della competizione pur garantendo la qualità e il sicuro divertimento. Inoltre abbiamo già ricevuto l’invito sia a partecipare ad altri festival organizzati da altre bande presenti, nonché quello del Comitato organizzatore a prendere di nuovo parte anche al VII Festival Bandistico Internazionale di Puławy 2017.

Vedremo cosa accadrà il prossimo anno visto che la nostra banda sarà impegnata a festeggiare i 140 anni dalla sua fondazione!

Nel frattempo ci godiamo la soddisfazione di ciò che abbiamo fatto e mettiamo in cassaforte anche questa ultima (ma non l’ultima!) gemma che va ad arricchire la nostra già gloriosa storia.

Il direttore della banda

Lanfranco Navisse

Foto dell’evento

Video

Leave a Comment

Filed under News

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>